UFFICI DEMOGRAFICI -  STATO CIVILE - SERVIZI CIMITERIALI - ELETTORALE

  Via Vittorio Veneto, 61 - 37052 Casaleone (vr)

Tel. 0442- 328705       Fax 0442- 333296

e-mail: demografici@comune.casaleone.vr.it     P.E.C. demografici.comune.casaleone.vr@pecveneto.it

  

ASSESSORE: Dott. Alessandro BIANCHI

 

Responsabile Sig.ra Silvia GIARDINI

 

Orario di apertura al pubblico:

Mattino: dal Lun. al Ven. dalle ore 9:30 alle ore 13:00. Pomeriggio:  Mer. dalle 15:00 alle 17:00

Sabato: Il Primo e Ultimo del mese dalle ore 9:00 alle ore  11:00.

 

 

Dichiarazione di accompagnamento per minori di 14 anni che viaggiano all'estero NON accompagnati dai genitori

Pubblicata il 07/07/2018

La Questura di Verona informa che i genitori o chi esercita la responsabilità tutoria di minori ITALIANI di età inferiore a 14 anni, che viaggino all'estero non accompagnati da almeno uno di loro e che intendono concedere l'autorizzazione ad una persona fisica o ad una società di trasporto (es:compagnia aerea o di navigazione), devono sottoscrivere la dichiarazione di accompagnamento che resterà agli atti della Questura.
L'autorizzazione dovrà essere richiesta on line alla Questura di Verona tramite il portale
www.passaportionline.poliziadistato.it, e potrà essere inoltrata personalmente oppure per il tramite degi Uffici Demografici dei comune di residenza.
Le richieste dovranno pervenire all'Ufficio Passaporti della Questura di Verona
almeno 15 giorni prima della partenza prevista.
Quando il documento sarà pronto, l'utente verrà avvisato dal sistema tramite email per il successivo ritiro, e proprio in tale circostanza il soggetto dovrà presentarsi allo sportello con il modello di richiesta stampato e firmato da ambedue i genitori. al modulo di richiesta andranno allegate:
  • documento di identità fronte - retro del minore
  • documento di identità fronte - retro dei entrambi i genitori
  • documento di identità fronte - retro dell'accompagnatore-degli accompagnatori
La Questura fa presente che poiché la L.1185/1967 sui passaporti fa espresso riferimento ai "cittadini", la dichiarazione di accompagnamento è applicabile ai soli minori italiani e solo quando viaggino fuori dei confini nazionali (ovvero, in caso di residenza all'estero, i confini del Paese di residenza) con persona diversa dall'esercente la responsabilità genitoriale o tutoria.
Ciò significa che:
  • non può essere rilasciata per viaggi sul territorio nazionale (ad esempio da Roma a Milano), cosa che invece alcune compagnie aeree continuano erroneamente a richiedere a causa di loro regolamenti interni
  • non è necessaria se si viaggia con gli esercenti la responsabilità genitoriale (madre o padre) o tutoria. Va precisato che ciò è indipendente dal fatto che il/i nome/i dei suddetti siano riportati alla pagina 5 del passaporto del minore di 14 anni, ma in tal caso al controllo di frontiera sarà necessario dimostrare di essere l'esercente la responsabilità genitoriale o tutoria (ad esempio con atto di nascita, stato di famiglia, sentenza etc.)
  • ferma la necessità che sia indicato almeno un accompagnatore, è lasciata alla valutazione dei richiedenti di fornire il nominativo di due accompagnatori, i quali saranno tra loro alternativi.
La validità della dichiarazione è circoscritta ad un viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) fuori dal Paese di residenza del minore di 14 anni, con destinazione determinata, tranne casi eccezionali che saranno valutati dall'ufficio che emette la dichiarazione.
In particolare:
  • il termine massimo di validità della dichiarazione - entro cui devono essere ricomprese la data di partenza e la data di rientro - è di 6 mesi, salva la possibilità per l'ufficio competente di accordare un periodo più ampio in caso di motivata richiesta (es. affidamento del minore a istituto di cura o di formazione)
  • la validità della dichiarazione non può comunque oltrepassare la data di scadenza del passaporto del minore
  • nel caso di viaggi che prevedono l'attraversamento di diversi Stati, spetta agli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria valutare - sulla base delle modalità del viaggio stesso - se indicare solo il Paese di destinazione finale o tutti i singoli Paesi visitati.
In allegato consulta la Circolare della questura di Verona del 22 giugno 2018.

ALLEGATO  QUESTURA